sabato 31 ottobre 2015

Virgilio begins

Le origini del "mio" Virgilio, già affrontate nel post specifico sul character, all'inizio del secondo canto, vengono visualizzate da queste due tavole.


La scelta del tutto personale ha a che fare su come quel piccolo essere che potrebbe assomigliare ad una farfalla, assume le fattezze del nuovo Virgilio nel momento in cui, ridestato dalla volontà di Beatrice, S. Lucia e Rachele, il poeta vate diventa guida spirituale e fisica del viaggio ultraterreno di Dante.

A seguire i Layout delle pagine in sequenza e alcuni studi della figura realistica di Virgilio al quale come fonte di ispirazione ci si è rivolti a Gustave Dorè





martedì 16 giugno 2015

LA LUPA!

Non è una novella di Giovanni Verga ma la seconda delle "fiere" che Dante incontra nel suo cammino dopo aver oltrepassato la Selva Oscura.


Per il poeta è la persecuzione incarnata, diretta conseguenza degli stati di "incertezza" manifestati alla vista della Lonza.
Indietreggia e aspetta perché come tutti gli animali famelici pazienta prima di procedere ad azzannarti alla gola.
Nel rappresentarla magra e ossuta ho voluto accentuare la voragine orale bianca e la muscolatura deformata dalla fame.




domenica 26 aprile 2015

"NEL MEZZO DEL CAMMIN DI NOSTRA VITA"

Dante dopo aver oltrepassato gli ostacoli delle "Fiere" prende coscienza del suo ruolo di testimone- poeta-vate.

Lo fa con lo strumento di viaggio per eccellenza: un taccuino e un pezzo di carbone infilato in un incavo di legno.


Come ogni buon escursionista sa che dovrà percorrere molti chilometri a piedi e sa di avere su questi ultimi, il calzare giusto dei trovatori medievali.
Robusto alla base e flessibile rivestimento in pelle di vitello, fino alle caviglie.


Precedentemente liberatosi del pesante fardello del cappello, del copri-orecchie e delle foglie d'alloro, Dante crea un primo schema, nel suo modo semplice e chiaro, per progettare il viaggio nell'oltretomba.
Il cono cavo e capovolto della voragine, frutto della cacciata e della caduta di Lucifero dal Paradiso, sulla terra.



Ultimo dettaglio e non per importanza la borsa a tracolla ricavata da pelli di pecora...




E Dante è pronto per il suo viaggio.